Sito aggiornato al 11 01 2015 11:08


Commento al Vangelo

20. Jul. 2014 - 13:20     XVI domenica del T.O.
XVI domenica del T.O. Il Vangelo racconta la parabola del grano e della zizzania, cioè viene sottoposto a Gesù il quesito del perché c’è nel mondo,nella nostra vita la contemporanea presenza del bene e del male e proposta la soluzione che sembra più ovvia: perché Dio non estirpa il male? Nella sua onnipotenza può far anche questo. Intanto la parabola vuole sottolineare che il bene e il male sono dentro l’uomo e crescono purtroppo insieme, siamo in grado di fare grandi opere di carità, avere slanci d’amore per il Signore e al tempo stesso scordarci di Lui e avere assalti d’odio verso i fratelli. Il male non può venire da Dio sottolinea la parabola, è il maligno a seminare zizzania. Ma Dio pur nella sua onnipotenza, giudica con mitezza, ci ha detto la prima lettura, è indulgente e a tutti anche i più incalliti peccatori dà la possibilità del pentimento. Un Dio che estirpa il male con la forza non lascia all’uomo libertà di scelta, ha tolto tutti i mali forse, ma ha dovuto lasciare quello più grave: la mancanza di libertà. Un’altra considerazione importante mette in evidenza il Vangelo, il nemico semina zizzania mentre tutti dormono. È il sonno dello spirito, la rilassatezza morale della coscienza, è l’aver messo Dio da parte: Il cristiano vive la sua fede anche nella tensione spirituale della lotta contra il male, la tentazione, felice perché sa di avere Dio vicino, ma convinto che la sua testimonianza non è rose e fiori, ma sofferenza, sacrificio, a volte, sconfitta. Il cristiano non deve assopirsi nei suoi difetti, non deve considerarli inevitabili, deve lottare per migliorare, con la fede in Dio che usa la sua forza con l’indulgenza verso tutti. Quando ci presenteremo davanti al trono di Dio, sarà inutile dire che abbiamo cercato di imitare quel tal santo o quel tal’altro; Dio ci chiederà perché non siamo stati noi stessi, con la nostra personalità, i nostri difetti e forse i nostri pregi, ma con le mani piene di opere di bene e con la fiducia nella sua misericordia.

««« ««  1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | [...]  »» »»»

admin - Ma.Se.

Arcidiocesi Palermo

 

Avvisi

    Login
  • XXV di sacerdozio del parroco

    10 01 2018 10:59
    Il 16 gennaio p.v. don Bruno Sparacio celebrerà il 25° anniversario della sua Ordinazione sacerdotale. La celebrazione eucaristica saà presieduta dall'Arcivescovo S.E.mons. Corrado Lorefice alle ore 19,00 nella chiesa parrocchialechiesa parrocchiale. Sarà presente anche uno dei compagni di Ordinazione, don Nino Rocca, già parroco a Santa Flavia. Le confraternite e i gruppi ecclesiali indosseranno le insegne proprie. Tutta la famiglia parrocchiale è invitata alla celebrazione e soprattutto a pregare per il nostro pastore

Link

1 utente online