Sito aggiornato al 11 01 2015 11:08


Commento al Vangelo

15. Mar. 2014 - 10:41     Seconda domenica di Quaresima
Il Vangelo di questa domenica ha sempre il racconto della trasfigurazione del Signore; Gesù manifesta la sua intima natura divina e il suo essere il compimento della Legge e dei profeti davanti a Pietro, Giacomo e Giovanni, i tre che saranno con Lui nell'orto degli ulivi quando il Maestro sarà arrestato. Ciò che più conta però, non è l'estasi della visione che ebbero i tre apostoli, quanto l'udire la voce del Padre che afferma la divina figliolanza di Gesù e l'invito ad ascoltarlo. Valeva per i tre fortunati discepoli, vale anche e soprattutto per noi. Anticipo della Pasqua, la trasfigurazione di Gesù è anche la nostra; per il battesimo Dio ci ha resi partecipi della sua divina natura, siamo figli nel figlio Gesù. Trasfigurati, cioè immagine vivente del Signore, operatori di carità e annunciatori del Vangelo con la vita! Ma quando ci ricordiamo che siamo dei trasfigurati, che dentro siamo "divinizzati"? Perché la nostra vita di cristiani non ha gli slanci di Pietro - è bello per noi stare qui- stare col Signore; perché la nostra è una spiritualità stantia, di routine, formale? Ecco allora, il Vangelo della trasfigurazione dirci che dobbiamo vivere da trasfigurati, cambiati dentro, sprigionare la luce ricevuta in dono nel battesimo -la fede - per illuminare la vita ecclesiale, civile e sociale della nostra comunità. Il cristianesimo si celebra nella liturgia, ma si vive e si applica nella vita concreta, per le strade, nei quartieri, nelle famiglie. Il cristiano è un trasfigurato, esce fuori dal qualunquismo religioso, è sempre in ascolto del Maestro, si sforza di trasfigurare la società, di cambiarla, di renderla porosa alla Parola di Dio. Un pensiero di don Tonino Bello, vescovo, ci ricorda però che questo tempo e l'impegno a cambiare vita, stanno tra la cenere del Mercoledì e la lavanda dei piedi del Giovedì santo, viviamo da cristiani consapevoli del nostro essere polvere davanti a Dio e il nostro essere servi dei fratelli come Gesù, tra il nostro continuo convertirci e credere al Vangelo e il voler bene ai fratelli come il nostro Maestro e Signore. leggi tutto

««« ««  [...] | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | [...]  »» »»»

admin - Ma.Se.

Arcidiocesi Palermo

 

Avvisi

    Login
  • ORARI SS. MESSE

    25 09 2019 16:10
    Dal mese di Settembre è entrato in vigore l'orario invernale.

Link

29 utenti online