Sito aggiornato al 11 01 2015 11:08


Commento al Vangelo

15. Jun. 2013 - 20:10     11^ domenica del T.O.
Due opposti personaggi stanno di fronte a Gesù e senza saperlo, stanno per essere giudicati da Lui. Il fariseo osservante della Legge minuziosamente, ha invitato Gesù a casa; la peccatrice, non osservante della Legge, compie diversi gesti di amore per Gesù. Siccome non è l'osservanza pedante della Legge a darci la salvezza, ma le opere di carità come slanci di amore, in questo caso, come atto di sincero pentimento per aver trasgredito all'amore, è la peccatrice ad essere assolta solo per l'amore dimostrato, perché sinceramente pentita. Nelle nostre confessioni ci sono elenchi più o meno lunghi di trasgressioni della Legge, raramente diciamo solo una parola: non ho amato abbastanza il Signore, perché il  peccato non è venir meno al precetto, ma è venir meno all'amore di Dio. Nelle nostre confessioni facciamo un elenco di divieti imposti e che non abbiamo rispettato o prendiamo coscienza di non aver amato Colui che ci ama? 

««« ««  [...] | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | [...]  »» »»»

admin - Ma.Se.

Arcidiocesi Palermo

 

Avvisi

    Login
  • ORARI SS. MESSE

    25 09 2019 16:10
    Dal mese di Settembre Ŕ entrato in vigore l'orario invernale.

Link

29 utenti online