Sito aggiornato al 11 01 2015 11:08


Commento al Vangelo

10. May. 2014 - 23:57     Quarta domenica di Pasqua
Gli esperti ci dicono che è più esatto tradurre Bel Pastore. Sembra che tutto si travisi così, ma non lo è. La bontà è la bellezza interiore,la bontà d'animo è ciò che mostra una bellezza singolare. Gesù si definisce pastore e non mercenario,perché disposto a dare la vita per le sue pecore. E questo lo definiremmo non un buon gesto, ma un bel gesto, andremmo cioè nella profondità di valore dell'azione che ci colpisce positivamente. Gesù prende ad esempio del suo essere bello, sempre nel senso di buono, il pastore e le sue pecore. Forse Gesù sta guardando nel Tempio la Porta delle pecore, attraverso la quale venivano portati gli animali da sacrificare. La similitudine non sfugge al discorso che Gesù vuol fare, la docilità di questi animali non può che richiamare i versetti di Isaia riferiti alla mansuetudine con cui il Servo del Signore sarebbe stato sacrificato,come agnello mansueto condotto al macello. Gesù allora non solo è l'agnello del sacrificio, ma è la porta attraverso la quale tutti i sacrifici avranno valore, per Cristo arriviamo al Padre. Ma la similitudine del gregge riguarda anche noi cristiani; Le pecore del gregge di Cristo ascoltano la sua voce, egli le chiama per nome , le conosce singolarmente, Egli solo sa cosa c'è nel nostro cuore; Gesù le guida dando l'esempio, cammina davanti per questo le pecore lo conoscono certe che il Bel Pastore per loro è disposto a dare la vita. Gregge esempio della chiesa, di noi cristiani; senza voler allungare questa riflessione, noi ascoltiamo la voce del Pastore?, ma lo conosciamo soprattutto? Andiamo dietro il suo insegnamento o vogliamo che sia Lui a venire dietro i nostri ragionamenti? E se conoscere in senso biblico significa amare, noi amiamo il buon pastore? siamo certi che solo Egli è in grado di darci la vita e in abbondanza?

««« ««  1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | [...]  »» »»»

admin - Ma.Se.

Arcidiocesi Palermo

 

Avvisi

    Login
  • XXV di sacerdozio del parroco

    10 01 2018 10:59
    Il 16 gennaio p.v. don Bruno Sparacio celebrerà il 25° anniversario della sua Ordinazione sacerdotale. La celebrazione eucaristica saà presieduta dall'Arcivescovo S.E.mons. Corrado Lorefice alle ore 19,00 nella chiesa parrocchialechiesa parrocchiale. Sarà presente anche uno dei compagni di Ordinazione, don Nino Rocca, già parroco a Santa Flavia. Le confraternite e i gruppi ecclesiali indosseranno le insegne proprie. Tutta la famiglia parrocchiale è invitata alla celebrazione e soprattutto a pregare per il nostro pastore

Link

1 utente online